lunedì 16 settembre 2019

23 Settembre - Condivisione gratuita dei saperi: "Odore di Perù" con Marina Magro


Lunedì 23 Settembre alle 20.45 all'eremo di Santa Maria del Cengio per l'appuntamento con la Condivisione gratuita dei saperi, sarà presente Marina Magro che ci presenterà il suo libro "Odore di Perù".

“In Perù ho vissuto tre mesi tra i villaggi andini a quattromila metri di altezza, zaino in spalla, incontrando gli indios quechua e la cultura Inca e in contatto con una natura selvaggia e incontaminata riscoprendo così l’essenzialità delle cose e il valore della comunione e condivisione” 

Il libro racconta di un viaggio, un viaggio vero, che può definirsi tale quando la persona che parte ritorna a casa arricchita, cambiata, modificata dal percorso compiuto. Si tratta di un libro, in parte autobiografico, in cui la protagonista intraprende un percorso salvifico di comunione con se stessa. Si muove per le strade di un Perù battuto dal vento freddo e dalla polvere, ma anche adornato di paesaggi naturali di vibrante bellezza, incontri sorprendenti, in grado di modificare in maniera definitiva la percezione della protagonista-autrice. Cammina senza borsa (come le hanno consigliato, tra lo smog e la polvere della città di Lima), cominciando a percepire “l’odore di Perù” e lascia così che tutti i suoi cinque sensi vengano trasformati da questo paese.

Biografia 
Lo studio di filosofie orientali e tradizioni spirituali, i viaggi, la scrittura e la fotografia sono le esperienze che hanno maggiormente segnato la formazione personale e letteraria di Marina Magro.

A 33 anni (nel 1989) a seguito di un cancro e di un’esperienza di pre-morte ha cominciato i suoi studi sull’Ayurveda, sullo Yoga esulla filosofia indiana e successivamente sul pensiero buddista, formandosi come operatrice ayurvedica presso la Scuola di Medicina Ayurvedica “Ayurvedic Point” di Milano nel 2005.

A distanza di anni la decisione di fare un viaggio in Perù, da cui è nato il manoscritto "Odore di Perù".

Dopo il Perù si è recata nell’India del Sud, dove ha prestato servizio volontario come terapista ayurvedica ai bambini di strada e poi nel Benin in Africa, sempre impegnata in un progetto umanitario rivolto ai bambini. Poi è giunto il bisogno di silenzio e solitudine che l'hanno portata a un periodo di ritiro in un villaggio sulle montagne di Cefalonia, per quasi tre anni.

L’interesse antropologico nella scrittura e poi nella fotografia, intesa come esplorazione di un'umanità in cammino tra culture e tradizioni spirituali, hanno spinto Marina a vivere un ulteriore viaggio culturale in Nord India e in Nepal, sempre in solitaria. A seguito di quest’ultimo viaggio, in collaborazione con l'Assessorato alle Pari Opportunità e ad ASoC onlus di Vicenza, il 28 febbraio 2015 ha presentato a Villa Tacchi (Vicenza) una personale mostra fotografica dal titolo: “Nepal, cultura, tradizioni, spiritualità e infanzia”. Dopo il terremoto che ha colpito il Nepal si è impegnata a portare la mostra in altre città italiane per sensibilizzare e portare conoscenza e solidarietà a quelle popolazioni.

Le serate di condivisione dei saperi sono gratuite; conferma la tua presenza scrivendo a lisolakece@libero.it
Per partecipare alle attività proposte è necessario essere tesserati con l'associazione "L'Isola che c'è"; la tessera è valida dal 01 settembre al 31 agosto di ogni anno, rinnovala appena possibile.
Per ulteriori informazioni o indicazioni puoi contattare il seguente numero 371 3496260, intestato all'associazione.
I posti a disposizione per il parcheggio auto non sono molti, se possibile unisciti a qualche amico, oppure cogli l'occasione per una passeggiata lungo il sentiero che dal Convento arriva all'eremo. 

Nessun commento:

Posta un commento