martedì 28 gennaio 2020

Appuntamenti Di Febbraio All'Eremo


Ti ricordi, quante volte, ai tempi della scuola, durante l'appello, hai risposto "presente"? Forse, anche se eri lì con il corpo, la mente ti portava in luoghi lontani...

Nel mese di febbraio, attraverso i vari appuntamenti all'Eremo porteremo la nostra attenzione su questa parola: la presenza, un termine che deriva dal latino ed è costituito dalla preposizione prae, (davanti a…, in confronto a…) e dal verbo esse (essere).

Sei presente, dunque, secondo l'etimologia della parola, quando sei davanti, quando ci sei.
Essere presenti è un dono che facciamo a noi stessi e agli altri, dando valore, attenzione ed energia alle persone che ci circondano, al luogo dove ci troviamo e a quello che stiamo facendo.

Sono presente quando la mia testa è dove sono i miei piedi, in un qui e ora dove riunisco, mente cuore e corpo.

Proviamo ad affrontare gli appuntamenti del mese con la voglia di essere presenti!!!

lunedì 03/02: ore 20.45 Pregare con il corpo - Pilates con Nadia Ongaro

lunedì 10/02 ore 20.45 Condivisione gratuita dei saperi: "Maestra dimmi posso?" presentazione del libro con l'autrice Annamaria Ghirardello

giovedì 13/02 ore 20.45 "Spazio creatività": Eremo aperto perché ognuno possa trovare spazio per scoprire e coltivare i propri talenti 

venerdì 14/02: ore 20.45 "Triplice meditazione": un modo semplice per entrare in contatto con il sé con M.Nicoletta Simeone 

lunedì 17/02: ore 20.45 Camminata meditativa dal chiostro del convento all'eremo: "Passi di presenza"

mercoledì 19/02: ore 20.45 "Meditazione per il risveglio del nome divino che è in noi" con Paolo Fiorenzato (strumenti plurietnici) ed Elisa Sperotto (voce e chitarra) 

venerdì 21/02: ore 20.45 Prove di canto aperte a tutti 

sabato 22 e domenica 23/02: Ultimo week end del mese - Eremo aperto: sabato ore 16.30 "Incontro con la parola", riflessioni sul vangelo della domenica. Domenica alle 17.00 messa al convento animata col canto e con le riflessioni sul vangelo. 

lunedì 24/02 ore 20.45 Condivisione gratuita dei saperi: "Mindfulness: presenza mentale" con Michela Agostini

Tutti i lunedì pomeriggio dalle 14.30 alle 18.30 l'eremo è aperto a chi desidera abitarlo. 
Per ragioni organizzative chiediamo di avvisare in anticipo della propria partecipazione agli appuntamenti scrivendo a lisolakece@libero.it
Per partecipare alle attività proposte è necessario essere iscritti all'associazione "L'Isola che c'è"; la tessera è valida dal 01 settembre al 31 agosto, ricordati di rinnovarla con i prossimi appuntamenti.
Maggiori dettagli saranno poi comunicati durante il mese e comunque sempre disponibili nel blog: http://eremokece.blogspot.it/

mercoledì 22 gennaio 2020

25/26 Gennaio - Eremo aperto per l'ultimo week end del mese


L'eremo sorge sulla cima di una collina ed è circondato dalla natura che in questo tempo riposa ma porta in sè il germoglio di nuova vita.
E' una stagione che invita alla pazienza e che possiamo ascoltare anche in noi stessi, e l'eremo è il luogo che ci può aiutare in questo.

Il 25 e 26 Gennaio dalle 10.00 di sabato alle 17.00 di domenica, l'eremo sarà aperto e Valentino sarà il custode per accogliere le persone che hanno il desiderio di donarsi un tempo di:

Riflessione - sabato pomeriggio alle 16.30 "Incontro con la parola"; insieme ci lasciamo interrogare dal Vangelo della domenica per far nascere nuovi spunti di riflessione che potranno essere condivisi nella liturgia di domenica alle 17.00 al Convento. 

Meditazione e canto - sabato sera alle 20.45 Valentino proporrà il percorso Armonica Mente, aperto a tutti; attraverso momenti di meditazione armonica, visualizzazione e canti di mantra e motivi antichi, ci aiuterà nell'ascolto di noi stessi. 

Condivisione - di spazi, di idee e cibo. 

Movimento - con lavori dentro e fuori, passeggiate.

Parola - nel ritrovo domenica pomeriggio alle 16.00 al convento per organizzare riflessioni e canti.

La possibilità di vivere l'eremo è aperta a tutti sia per qualche ora come per l'intero week end. 
Per informazioni scrivi a lisolakece@libero.it oppure puoi contattare il seguente numero 371 3496260 intestato all'associazione "L'Isola che c'è"

lunedì 20 gennaio 2020

27 gennaio - Condivisione dei saperi: "La pazienza del camminare" con Davide Bergozza


Cosa significa uscire dal proprio spazio e iniziare a camminare verso una meta? E quanta pazienza richiede mettersi in cammino quando questa meta è molto lontana?
Partendo da queste due domande, nella serata di Condivisione gratuita dei saperi di lunedì 27 gennaio, Davide ci racconterà brevemente di come il semplice gesto del camminare abbia storicamente assunto valori e significati diversi.
Ci sono persone che hanno trovato il senso dei loro passi; pellegrini ma anche filosofi e addirittura psicologi. Proveremo a vedere insieme
quali forme di cammino queste persone ci suggeriscono.
Ci troviamo per questo appuntamento alle 20.45 all'eremo di Santa Maria del Cengio di Isola Vicentina.

Davide Bergozza, pellegrino a Santiago e sul Cammino di Francesco, è accompagnatore della Scuola di escursionismo del CAI di Vicenza. 
Nel dicembre del 2019 si laurea in Psicologia sociale e del lavoro presso l'Università degli studi di Padova con la tesi : "Aspetti psicologici del camminare".

Le serate di "Condivisione dei saperi" sono gratuite; è necessario confermare la presenza scrivendo lisolakece@libero.it
Per partecipare alle attività proposte è necessario essere tesserati con l'associazione "L'Isola che c'è"; la tessera è valida dal 01 settembre al 31 agosto di ogni anno, rinnovala appena possibile.
Per ulteriori informazioni o indicazioni puoi contattare il seguente numero 371 3496260, intestato all'associazione.
I posti a disposizione per il parcheggio auto non sono molti, se possibile unisciti a qualche amico, oppure cogli l'occasione per una passeggiata lungo il sentiero che dal Convento arriva all'eremo.

venerdì 17 gennaio 2020

30 maggio - 2 giugno Pellegrinaggio da Rieti a Montelibretti


Anche nel 2020 proseguono le nostre esperienze di cammino: sono due gli appuntamenti di quest’anno, il primo, all’inizio di giugno, da Rieti a Montelibretti, il secondo, a settembre, ci vedrà arrivare a Roma, storica meta di antichi pellegrinaggi assieme a Santiago di Compostela e Gerusalemme.

Il senso di queste nostre proposte è sì sperimentarci nel cammino, ma anche vivere un’esperienza di incontro con se stessi, in cui cercheremo di portare presenza nei nostri passi, nell'ascolto della natura, del silenzio e di ciò che ci vive dentro. Proveremo ad osservare come dei passi esteriori possono diventare anche dei passi interiori nella nostra vita e lo faremo insieme, a volte nel silenzio, a volte chiacchierando.
Queste iniziative sono rivolte a tutti, sia a chi ha già partecipato alle precedenti esperienze, sia a chi, per la prima volta, ha il desiderio di sperimentarsi in un cammino.

La prima tratta del percorso di quest’anno avverrà da sabato 30 maggio a martedì 2 giugno e ci vedrà impegnati in un totale di 50 km circa con il seguente programma:
sabato 30 maggio: Viaggio in pullman da Vicenza a Rieti (visita e pranzo in una città storica lungo il percorso). Pernottamento in Hotel.
domenica 31 maggio: Cammino da Rieti a Poggio S. Lorenzo. 22 km. Pernottamento in agriturismo in camere multiple. La struttura che ci ospita ha 25 posti letto. Oltre questo numero di iscritti useremo dei materassi gonfiabili che verranno collocati in un salone. Chi dormirà sui materassi beneficerà di una riduzione del costo totale. Al momento dell’iscrizione potete chiedere di dormire sui materassi gonfiabili oppure la data di iscrizione determinerà la priorità di ognuno.
lunedì 1 giugno: Cammino da Poggio S. Lorenzo all'Abbazia di Farfa. 15 km. Pernottamento nella foresteria dell'Abbazia in camere multiple
martedì 2 giugno: Cammino dall'Abbazia a Montelibretti. 15 km. Pranzo e rientro in pullman (l’arrivo è previsto non prima delle 21.00).

Il viaggio di andata e ritorno sarà in autobus e ogni giorno avremo il trasporto del bagaglio principale
Costo indicativo: 240 euro comprensivo di trasporto in autobus e trattamento mezza pensione. Il prezzo, potrebbe subire contenute variazioni in base al numero di iscritti.

Vi chiediamo di dare conferma entro il 28 febbraio, scrivendo a Davide davide.bergozza@gmail.com che segue la parte organizzativa e che risponderà a chi avesse bisogno di informazioni o richieste.
Per partecipare è necessario essere soci AICS con l'associazione "L'isola che c'è", il costo della tessera è di 15 €. annui. Per ulteriori informazioni potete contattare il seguente numero 3713496260, intestato all'associazione.

giovedì 16 gennaio 2020

22 Gennaio - "Meditazione per il risveglio del nome divino che è in noi" con Paolo Fiorenzato ed Elisa Sperotto


Ti invitiamo alla meditazione di mercoledì 22 Gennaio alle ore 20.45, che in questi mesi invernali, torna all'eremo di Santa Maria del Cengio di Isola Vicentina. 

Paolo ed Elisa si incontrano all'eremo e dalle loro esperienze in ambito musicale e spirituale nasce il progetto di meditazione “Il risveglio del nome divino che è in noi”: un momento di ascolto e di preghiera, un percorso fatto di suoni, canti e mantra che aiuta a riscoprire e rafforzare dentro di noi la consapevolezza che il Divino ci abita. Campane tibetane e di cristallo, tamburo sciamanico, percussioni, chitarra, canti e voci, lingue antiche e lontane portano ad una dimensione di rilassamento e armonizzazione con il suono dell'Universo. Un universo in cui tutto è vibrazione. 

Paolo Fiorenzato ha iniziato il suo viaggio nei suoni di purificazione con il monaco Thonla Sonan facendo l’esperienza viva nelle radici di questa cultura Tibetana/Nepalese. Ha continuato poi la formazione completa con Albert Rabenstein del centro di terapia del suono e studi armonici di Buenos Aires in Argentina, dove oltre a provare la potenza dell’evoluzione di questi strumenti antichi, ha studiato cos'è il suono e come noi ci relazioniamo. Da molto tempo fa esperienza e sperimentazione personale conducendo momenti di meditazione di gruppo e sedute individuali. 

Elisa Sperotto adora cantare, passione che la accompagna fin dall'infanzia. Durante il suo percorso di studi scopre l'importanza di un approccio alla voce incentrato sul corpo e sulla fisicità. Attualmente sta frequentando il percorso professionale di canto presso la Dalì School of Arts di Vicenza. E' stata voce solista di varie formazioni musicali. Allo studio del canto affianca quello del pianoforte e della chitarra. Propone corsi di strechting energetico e di rilassamento attraverso il canto e il movimento corporeo. 

La serata è a numero chiuso, conferma la tua presenza scrivendo a lisolakece@libero.it; è richiesto un contributo responsabile. 
Porta con te tappetino e coperta.
Per partecipare alle attività proposte è necessario essere tesserati con l'associazione "L'Isola che c'è". 
Per ulteriori informazioni o indicazioni puoi contattare il seguente numero 371 3496260 intestato all'associazione.

martedì 14 gennaio 2020

20 gennaio - Camminata meditativa: "La pazienza della fioritura"


Lunedì 20 gennaio ci troviamo alle ore 20.45 presso il Convento di Santa Maria del Cengio per la Camminata meditativa.

Durante questo percorso che ci porterà fino all'eremo rifletteremo insieme sul tema della pazienza.

Nei mesi freddi, quando tutti gli alberi sono spogli, fiorisce il calicantus, chiamato anche "fiore d'inverno". E' un piccolo fiore in grado di resistere alle temperature rigide; nel suo fiorire, quando tutto tace, è simbolo non solo di forza e di coraggio, ma anche di quella luce che la Vita ci offre per aiutarci ad avere pazienza nella lunga attesa della fioritura primaverile.

Nei passi della vita riesci ad accettare i momenti in cui è ancora lontana la fioritura? Sai vivere con coraggio il tempo della pazienza dell’attesa, cogliendo i segnali del prossimo sbocciare? O invece scalpiti per avere già i frutti?

Se hai voglia di fare alcuni passi con noi e di condividere una tua riflessione o ascoltare quelle degli altri, noi ti aspettiamo.

Ti consigliamo abbigliamento e scarpe comode, in caso di maltempo la camminata si terrà all'interno del chiostro.

giovedì 9 gennaio 2020

31 Genn. 1/2 Febbr. - Seminario: "Uno sguardo alla vita" con M.Nicoletta Simeone


Ti informiamo che da venerdì 31 gennaio alle 20.45 a domenica 02 febbraio alle 16.30 circa, all'eremo di S. Maria del Cengio di Isola Vicentina, sarà tenuto il seminario Uno sguardo alla vita, condotto da M.Nicoletta Simeone.

Ci prenderemo un tempo tutto nostro, separato dal mondo, a contatto con la nostra storia, uno spazio in cui, pur rimanendo ancorati al presente, faremo un tuffo nel passato: ci confronteremo con i passi che abbiamo compiuto per comprendere il peso che hanno nel presente, proveremo a guardare dentro di noi cosa ostacola o favorisce il tempo che stiamo vivendo.
Lo scopo di questo seminario, inoltre, è quello di fornire uno strumento, che potrà essere utilizzato per se stessi o nel lavoro con gli altri, uno strumento che aiuta a comprendere e "digerire" il vissuto, così da dargli una forma nuova. Tutti i traumi, che sono nel tempo diventati blocchi, possono essere trasformati, attraverso la comprensione, nei nostri punti di forza.

Per chi lo desidera è possibile fermarsi a dormire all'eremo, basta specificarlo al momento dell'iscrizione. 
I pranzi e la cena saranno vissuti insieme condividendo il cibo che ognuno porterà.
Il seminario è a numero chiuso ed è necessaria la prenotazione scrivendo a lisolakece@libero.it; è richiesto un contributo.

Per partecipare alle attività proposte è necessario essere tesserati con l'associazione "L'Isola che c'è".
Per ulteriori informazioni o indicazioni puoi contattare il seguente numero 371 3496260 intestato all'associazione. 

Cosa portare?
Il desiderio di esplorare se stessi (il lavoro è strettamente personale e un'eventuale condivisione, se desiderata, può nascere spontaneamente durante i momenti di vita comune) foto di momenti significativi, diari se li possediamo, quaderno, penna, colori, vestiti comodi e scarpe da trekking per eventuali passeggiate. 
L'ospitalità all'eremo è in camere condivise, portare lenzuola o sacco a pelo ed asciugamani personali.

Con chi?
M. Nicoletta Simeone conduce da anni percorsi di ricerca personale volti a favorire la conoscenza di se stessi attraverso un particolare metodo che applica la storia dell'arte e l'archeologia alla relazione d'aiuto e che accompagna la persona a compiere un vero e proprio scavo archeologico in se stessa e nel suo albero genealogico per ritrovarsi.
Ha frequentato il liceo classico "A. Pigafetta" di Vicenza e si è laureata in Lettere con specializzazione in storia dell'arte all'Università di Padova. In seguito, a causa di alcune vicende personali, ha studiato massaggio in diverse scuole e approfondito il massaggio thailandese vivendo 6 mesi in Thailandia.
Ha frequentato la scuola di Counseling "Sentieri formativi" presso il Centro Camilliano di Formazione a Verona ottenendo il diploma di counselor professionale.
In questi ultimi anni si è dedicata allo studio della Cabala, alla simbologia delle lettere ebraiche e dell'albero della vita. Propone seminari che portano le persone a prendere familiarità con simboli e linguaggi antichi, unendo la simbologia presente nella storia dell’arte alla ricerca interiore. Aiuta ad ampliare la conoscenza di se stessi e del mondo attraverso gite in città, musei e chiese, percorsi nella natura. Propone incontri in cui, attraverso lo stretching e lavori sul fisico, invita a conoscere il proprio corpo e ascoltarne i messaggi. Ha ideato un percorso, "Camminare la vita", a sei incontri di una domenica l'uno, in cui ogni partecipante è chiamato a far luce su alcuni aspetti della propria vita, come la capacità di fare delle scelte e prendere una direzione che dia senso al proprio vissuto. E’ insegnante presso la scuola secondaria e da alcuni anni ha fondato l'associazione "L'Isola che c'è" che gestisce l'eremo di S. Maria del Cengio a Isola Vic.na.