giovedì 21 settembre 2017

23-24 settembre - Ultimo week end del mese eremo aperto

Come di consuetudine in questi ultimi anni, l'ultimo week end del mese l'eremo è aperto a quanti desiderano ritagliarsi uno spazio dedicato all'ascolto di se stessi, un tempo di silenzio, di riflessione e anche di lavoro condiviso.
Ad accogliere le persone che hanno il desiderio di vivere questa esperienza ci saranno Tatiana e Nicola con i figli Francesco e Stella che dalle 10 di sabato 23 settembre alle 17 di domenica 24 settembre terranno la porta dell'eremo aperta.
Sabato pomeriggio alle ore 16.30 l'appuntamento è con "Leggiamo il vangelo" :  avremo la possibilità di approfondire insieme la parola del Vangelo di domenica e nello stesso tempo di riflettere su noi stessi. E' un momento aperto a tutti.

Il week end si concluderà domenica con la messa delle 17 al Convento, con ritrovo alle 16 per la revisione delle riflessioni maturate da condividere durante la messa e per ripassare ancora una volta i canti.

La possibilità di vivere l'eremo è aperta a tutti, sia per qualche ora che per l'intero weekend.
Per informazioni scrivi a lisolakece@libero.it

martedì 19 settembre 2017

25 settembre - Condivisione dei saperi "Un pezzetto di me" con Serena Signorini


Ci troviamo lunedì 25 settembre alle 20.45 all'eremo di Santa Maria del Cengio per l'appuntamento con la Condivisione gratuita dei saperi con Serena Signorini.

Attraverso le pagine del libro che ha scritto "Un pezzetto di me", in questa serata Serena ci racconterà un pezzo della sua vita, dalla diagnosi della malattia di suo padre, i 31 mesi in cui gli è stata accanto, il lutto e tutto quello che è successo dopo.
Proverà a farci entrare nei suoi pensieri di figlia, nelle sue paure e nelle emozioni che ha vissuto.
Il lutto è stato il punto di partenza nel suo cammino di donna, ci racconterà quindi i suoi errori e i cambiamenti che sono avvenuti in lei.
Non sarà una serata sulla morte, ma sulla vita, sull'amore, sulle scelte e sui cambiamenti.

Serena Signorini: una persona curiosa e costantemente alla ricerca. Le piace mettersi in discussione e adora ascoltare le altre persone, perché considera le emozioni e il vissuto degli altri come una scoperta unica, rara e molto preziosa. Per chi conosce l'angeolologia, lei è un angelo del castello (Imamiah), non essendo ancora pronta ad uscire dal castello ha deciso di aprirci le sue porte.

venerdì 15 settembre 2017

18 settembre - Camminata meditativa : " La Giustizia"




Ci troviamo lunedì 18 settembre alle 20.45 al chiostro del convento per l'appuntamento con la camminata meditativa.
Proseguiamo con le nostre riflessioni sulle Virtù e i Vizi e in questa serata in particolare ci soffermeremo sulla "Giustizia"

Che sia umana o divina, la giustizia partecipa all'ordine delle cose e del governo del mondo e fin dall'antichità viene rappresentata con i tratti di una donna che tiene in mano una spada e una bilancia e Giotto nella cappella degli Scrovegni la contrappone al vizio dell'ingiustizia o dell'avarizia raffigurata con immagini in cui dominano la discordia e il disordine.

Lungo il sentiero che giunge all'eremo ascolteremo qual è il significato della giustizia in ognuno di noi.

Sono consigliati abbigliamento e scarpe comode, il sentiero è percorribile con facilità anche per chi non è allenato.

Ti aspettiamo!

martedì 12 settembre 2017

15 e 29 settembre - Incontri del venerdì all'eremo: "La triplice meditazione"

Riprendono dopo la pausa estiva gli incontri aperti a tutti con la "Triplice meditazione, un modo semplice per entrare in contatto con il sè".
Per questo mese gli appuntamenti sono venerdì 15 e venerdì 29 settembre.

Quando?
alle 20.45, ogni incontro è a sè, puoi venire quando vuoi.

Dove?
All'eremo di Santa Maria del Cengio di Isola Vicentina 

Come? 
Attraverso degli esercizi fisici e alcune forme di giochi o lavori diversi che ci permetteranno di entrare maggiormente in noi stessi.

Perchè? 
Perchè la strada verso casa è lunga e a volte difficile e condividerne dei tratti ci fa sentire meno soli.

Con chi?
Guida Nicoletta Simeone counselor e viaggiatrice. Ha camminato molto attraverso i chakra anche se in questi ultimi anni il suo luogo preferito è l'albero della vita: passeggia in meditazione attraverso le lettere ebraiche con la Genesi in una mano e il Libro dell'Esodo nell'altra. E' comunque capace di vangare e coltivare un orto, di raccogliere i fiori di sambuco e le erbe spontanee del bosco.

Modalità e costi: le vie del Signore sono infinite quindi arriverà chi deve arrivare in piena libertà senza necessità di prenotazione e darà quello che può dare.

A presto!

lunedì 4 settembre 2017

11 settembre - Saperi condivisi : "Multi riflessologia facciale vietnamita" con Giuseppe Reghelin



Ci troviamo lunedì 11 settembre alle 20.45  all'eremo di Santa Maria del Cengio di Isola Vicentina per l'appuntamento con la Condivisione gratuita dei Saperi.

In questa serata sarà presente Giuseppe Reghelin che ci parlerà della multi riflessologia facciale vietnamita
La multi riflessologia facciale vietnamita, denominata Dien Chan, e' una tecnica nata il 26 aprile del 1980 per merito del professore Buy Quoc Chau. 
Attraverso la stimolazione di punti nel viso, si può agire su tutto il corpo per lenire dolori e curare malattie. È una tecnica non invasiva, facile da fare e da imparare, adatta a tutti, anche ai bambini, sicura al 100% proprio perché non si va ad agire sulla zona malata ma per riflesso sul viso.

"Sono Giuseppe Reghelin ho 48 anni e cinque figli. A gennaio del 2009 ho fatto un aneurisma cerebrale che mi ha lasciato qualche strascico. Negli anni a venire ho sperimentato diverse tecniche per riuscire a migliorare la mia condizione fisica. Mi sono avvicinato alla riflessologia facciale per curiosità, e nel giro di un anno avevo completato l'intero percorso. Il vedere i risultati che con poco si possono avere mi ha entusiasmato sempre più. Ora perseguo la volontà dello scopritore della tecnica, e cioè portare la riflessologia in ogni casa!
Con questa tecnica è possibile, lavorando su se stessi o altri, recuperare o mantenere lo stato di buona salute. Le sue basi operative si basano su tecniche di massaggio e pressione effettuate su determinati punti del viso. Questi punti vengono determinati utilizzando le mappe dei riflessi, che sono state verificate in circa trent'anni da terapeuti in oltre 35 paesi del mondo.
Nella serata intendo spiegare come il professore ha avuto l'intuizione di questa tecnica, capire il contesto sociale in cui è nata e per finire fare una dimostrazione pratica su qualche partecipante."

Le serate della Condivisione dei saperi sono a numero chiuso. Vi chiediamo di confermare la presenza scrivendo a:lisolakece@libero.it

venerdì 1 settembre 2017

7 e 26 settembre - Meditazione attraverso i suoni armonici




Ci troviamo giovedì 7 e martedì 26 settembre alle 20.30 all'eremo di Santa Maria del Cengio per nuove serate di meditazione guidate da Paolo Fiorenzato e Anna Rita Pendin.
Il suono di campane tibetane armoniche, campane di cristallo, tamburo sciamanico e l'utilizzo di pietre, oli essenziali e l'energia del colore ci aiuteranno ad entrare in noi e a rigenerarci.

"Nella natura tutto canta, tutto vibra; ogni essere emette delle vibrazioni che si propagano in onde musicali; il suono nella natura risveglia costantemente il senso musicale dell’uomo e lo incita a esprimersi con uno strumento o con il canto.
Immergersi nelle vibrazioni prodotte da strumenti particolari può avere diversi effetti positivi sull’organismo: esse favoriscono il rilassamento, allentano lo stress, liberano energia, stimolano processi di autoarmonizzazione; è per mezzo delle vibrazioni che l’uomo trasmette i suoi sentimenti e le sue sensazioni, è tramite il suono che egli esprime i suoi dolori, le sue gioie, il suo amore e tutte le sue esperienze più profonde.
Chi si approccia a questo tipo di meditazione può provare la sensazione unica e meravigliosa di entrare in contatto con le proprie vibrazioni."

AnnaRita Pendin da qualche tempo si è avvicinata con passione alla dimensione del suono e affianca Paolo nelle meditazioni proponendo brevi momenti in cui si può fare esperienza dell'energia del colore, delle pietre e degli oli essenziali.
Paolo Fiorenzato ha affinato la sua conoscenza nell’arte delle vibrazioni e da qualche tempo ha iniziato un percorso nel cammino di crescita personale guidato da una forte sensibilità verso il suono.
Conosce ed utilizza diverse tecniche energovibrazionali e strumenti musicali creati dall’uomo che possiedono una risonanza essenziale con tutto ciò che vibra in natura, compreso l’essere umano.
Tocca campane tibetane, armoniche e di cristallo, suona il tamburo sciamanico e altri strumenti che favoriscono la nostra RIARMONIZZAZIONE.
Dopo aver sperimentato a lungo su di sé l’effetto benefico di questi strumenti, ha iniziato a condividere questa esperienza di pace profonda e armonia interiore con quanti desiderano conoscersi meglio e sviluppare un contatto profondo con se stessi.

Si consiglia di portare tappetino, cuscino e coperta.
 
Per ragioni logistiche le serate di meditazione attraverso i suoni armonici, sono a numero chiuso, ed è richiesto un contributo.
E' necessario confermare la presenza  scrivendo a lisolakece@libero.it specificando a quale serata si è interessati.

martedì 29 agosto 2017

4 settembre - Pregare con il corpo


Eccoci dopo la pausa estiva per incontrarci e riprendere il percorso di "Pregare con il corpo".

La riflessione di questo mese all'eremo riguarderà la virtù cardinale della giustizia, altro cardine del nostro essere uomini.
Ci troviamo all'eremo di Santa Maria del Cengio di Isola Vicentina lunedì 4 settembre alle 20.45 e ci guiderà nella meditazione Cinzia Beggiato con lo yoga.

Ti aspettiamo!